Postato da Anaquitamanchas |Quanti indossano indumenti di seta oggi? Lavarli a casa o portarli in tintoria? La seta è più presente di quanto si pensi., anche se tutti conosciamo il prezzo proibitivo di questa fibra. Bisogna sapere come prendersene cura. La sua lavorazione laboriosa e artigianale giustifica il costo così alto: infatti, secondo gli esperti, ogni bozzolo di baco da seta viene districato a mano. Quindi si cerca il capo dove inizia il filo, il che richiede una grande abilità manuale. Il filo esteso di un bozzolo è lungo circa 1,6 km. I fili di diversi bozzoli sono avvolti su una bobina e filati in un filo più spesso per realizzare tessuti. Chiaramente, chi ha della seta, sa che non la può trattare in un modo qualsiasi … Pubblichiamo questi consigli sugli effetti dell’umidità, se possono essere lavati in acqua o meno e il modo migliore per stirarli senza pagare una lavanderia a secco:
  • La seta è una fibra brillante e traslucida, questo influenza favorevolmente la luminosità e la vivacità del colore. La seta pura o mescolata con altre fibre viene utilizzata per realizzare vestiti di qualità, fazzoletti, cravatte, ecc. Inoltre è usata per fare tappeti, trapunte, tessuti per arredamento.
  • La seta è una delle fibre naturali più forti, ma perde fino al 20% della sua forza quando è bagnata. Ha una buona capacità di recupero dall’umidità, circa l’11%. La sua elasticità varia da moderata a scarsa: se si estende oltre un certo limite di forza, ci vuole un po ‘per recuperare la sua forma precedente
  • I principali “incidenti” con la seta sono causati da:
      • L’uso della candeggina perché ingiallisce la seta.
      • La luce del sole. La seta è resistente agli agenti biologici – muffe, insetti – ma ingiallisce e rapidamente perde resistenza quando è esposta all’azione della luce solare, soprattutto quando si tratta di seta caricata. La seta caricata si ottiene sottoponendo la seta a un trattamento che modifica in modo significativo la sua qualità e le sue prestazioni, in modo che aumenti in peso – seta caricata – per compensare la perdita prodotta dallo sgrassaggio.
      • Sudore: devi stare molto attenta con le macchie prodotte dal sudore e lavare i vestiti il prima possibile. Se lasciato a lungo, i tessuti possono deteriorarsi.
LAVARE E ASCIUGARE LA SETA
  • Per una migliore cura degli abiti in seta si consiglia di lavare a secco, la seta naturale sopporta perfettamente il lavaggio in acqua con saponi neutri, tuttavia la seta selvatica non è così resistente da essere lavata in acqua, perché può strapparsi e ammollarsi. Se viene lavata in acqua, possono essere aggiunte al risciacquo alcune gocce di aceto, per ravvivare i colori e sostenere la fibra.
  • Può essere lavata in lavatrice con il programma lana (questo perché deve essere lavata con una debole azione meccanica, poca centrifuga, la seta è molto sensibile e si rompe facilmente). Non è necessario usare ammorbidente.
  • Dopo che l’indumento di seta è stato lavato, avvolgilo in un asciugamano e stiralo al rovescio, umido.
  • Il problema si verifica al momento della pulizia a secco su capi di seta selvaggia, che hanno macchie o sporcizia che vanno via solo con acqua, come abiti da sposa. Allora l’unico modo per pulire la parte inferiore che si è trascinato per terra è con acqua. Per pulirla si trattano solo le parti interessate – lentamente – con un po’ d’acqua e sapone neutro; una volta che lo sporco si è sciolto, lo sciacquiamo bene e lo lasciamo asciugare. Dopo si può lavare a secco, in questo modo otterremo risultati eccellenti.
COME SI STIRA LA SETA?
  • Si consiglia di stirare gli indumenti umidi,a rovescio e con il ferro nella posizione “seta”. Fare attenzione a sollevare le cuciture in modo da non farle apparire sull’altro lato. Si raccomanda di non superare i 150º.
  • È sempre più comune trovare indumenti di seta che non sono di ottima qualità e, prima o poi, “strappare” il tessuto. Inoltre oggi sono molto utilizzati indumenti di misto cotone e seta che consigliano, nelle etichette, il lavaggio a secco. Possono essere lavati in acqua, ma devi solo sapere che la loro durata potrebbe non essere molto lunga.
Recommended Posts
Showing 3 comments
  • MARIA SAN ROMAN
    Rispondi

    Ana, tengo una mantilla de encaje antiguo, que entiendo que puede ser de seda… Quería limpiarla antes de devolverla a la persona que me la ha dejado. Cómo me aconsejas que lo haga? Me da miedo que en la tintorería la estropeen, pero no sé si puedo lavarla en casa, de qué modo hacerlo para no dañarla.

  • Anaquitamanchas
    Rispondi

    Hola María, yo creo que si lo lavas a mano con agua tibia y detergente neutro (para prendas delicadas), no habrá ningún problema, lo pones a secar encima de una toalla y ya estará listo…

  • MARIA SAN ROMAN
    Rispondi

    Millones de gracias!

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.