Come stirare bene e rapidamente

Postato da Anaquitamanchas | Cominciamo rimediando all’ignoranza. Il tema è molto concreto: tutto ciò che riguarda lo stirare. Uno dei compiti di casa meno “digeribili” è proprio questo. O almeno questa è la percezione che se ne ha. Può piacere cucinare, smacchiare o anche riordinare. Secondo il caso. Ma stirare blocca tantissima gente. 

I motivi? Tra gli altri, pensiamo sia la mancanza di conoscenza. Ignorare cosa fare per stirare meglio e in minor tempo; non sapere come scegliere un buon ferro; non sapere quali tessuti si stirano e quali no…publichiamo questa sintesi su come stirare bene e rapidamente per superare questi ostacoli…

Cosa fare per stirare meglio e in minor tempo?

  1. Accendere il ferro alcuni minuti prima di stirare. Infatti occorrono almeno due minuti prima che il termostato si stabilizzi.
  2. Incominciare a stirare i capi che richiedono meno calore – le fibre sintetiche e quelle artificiali – e aumentare la temperatura mano mano che si stirano gli altri capi più resistenti come il cotone e il lino
  3. Non conviene stirare i capi di cotone o lino molto bagnati, perché possono ingiallire. È preferibile stirarli umidi, si possono mettere più camicie insieme nella asciugatrice per 7 minuti
  4. Se si stira il bucato subito dopo averlo preso dall’asciugatrice è meglio non farlo asciugare completamente. Se si tira fuori ancóra umido, sarà più facile e veloce togliere le pieghe.

Sapete che?

  • Il ferro che si attacca un po’ per aver stirato troppo caldo qualcosa di sintetico e che, naturalmente, scivola male, si pulisce facilmente e definitivamente, passandolo caldo sopra polvere di pietra pomice e stirando poi , molte volte, uno strofinaccio 
  • Per levigarlo passalo caldo su una candela di cera e poi puliscilo.
Lavar prendas delicadas
Secondo uno studio realizzato dalla IDAE i piccoli elettrodomestici che usiamo abitualmente in casa consumano il 7 % del totale di energia. Quelli che producono calore come il ferro, hanno una maggiore potenza e danno luogo a consumi importanti. Attualmente, la potenza media di questo tipo di elettrodomestici è di 1500W. 

È possibile stirare tessuti che non si possono lavare?

È chiaro che quando facciamo il bucato, poi lo asciughiamo più o meno in funzione della stiratura. Ma alcuni tessuti richiedono una stiratura speciale.

Tessuto crespo

  • Si stira sempre al rovescio, mettendo un panno umido tra il ferro e il tessuto. Si fa scivolare il ferro con delicatezza, senza premere troppo per evitare che si deformi.
  • Dopo la stiratura si appende l’abito su una gruccia.

Mohair

  • Si stira sempre dal rovescio, ma questa volta mettendo un panno asciutto tra il ferro e il tessuto.
  • In questo caso è molto importante non usare il vapore.

Taffetá

  • Si stira senza vapore.
  • Si mette un panno asciutto tra il ferro e la stoffa.

Quanto consuma il ferro da stiro e come sfruttarlo al meglio?

Alcuni consigli per risparmiare energia quando si usa il ferro:

  • Se hai un contratto con tariffe diverse, stira nell’orario più economico.
  • Cerca di stirare il maggior numero di panni in una sola volta. Prima di accendere il ferro, tieni a portata di mano tutto ciò che ti serve: un panno pulito per stirare su indumenti più delicati, uno spruzzino, ecc. e dividi la roba in gruppi a seconda della temperatura richiesta.
  • Pianifica bene la stiratura: i ferri da stiro moderni dispongono di una luce che si spegne quando il ferro ha raggiunto la temperatura adatta. 
  • Stira per primi gli indumenti che richiedono poco calore, come i fazzoletti e indumenti leggeri di cotone. Quando il ferro ha raggiunto la temperatura più alta stira i panni che richiedono tale temperatura.
  • Spegni il ferro e con il calore che ancora rimane stira la roba più delicata.
  • Non lasciare il ferro acceso se interrompi di stirare e ti allontani.
  • Non stirare la roba molto bagnata, aspetta che si asciughi completamente e se serve inumidirla per stirarla meglio, fallo in modo molto superficiale, senza arrivare ad inzupparla tutta.
  • Non dimenticare di tenere il tuo ferro in ottime condizioni. Puliscilo adeguatamente secondo l’uso che ne fai.
  • Usa solo acqua distillata o demineralizzata, per evitare danni ai condotti del ferro e che porterebbe anche ad un maggior consumo di energia.

Come scegliere un buon ferro?

  1. Che abbia il termostato. Ci indica quando il ferro ha raggiunto la temperatura adeguata. Così potremo rispettare i consigli presenti nell’etichetta di ogni tessuto e stirare con maggiore o minore temperatura.
  2. Che abbia una buona uscita di vapore perché questo facilita sempre la stiratura (per esempio per i panni di cotone).
  3. È bene che sia un modello leggero, ma che a volte abbia un certo peso per stirare bene.
Recommended Posts
Showing 2 comments
  • Ana Maria Mendez
    Rispondi

    La página está super guay, las felicito. Muy atractiva y práctica. Muy útil. Gracias

    • anaquitamanchas
      Rispondi

      Muchísimas gracias Ana!! Sólo con que la leas tú ya nos basta para que valga la pena mantenerla!! ; )

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.