Il meglio per mantenere i cuscini in buone condizioni 

Quando si fanno domande sul tema dei cuscini di casa, per esempio su come lavarli, quando rinnovarli, come conservarli, ci sono alcuni dettagli di cui nessuno tiene conto. L’esperienza ci dice che il modo migliore per superare l’ignoranza è fare domande….o leggere come hanno fatto gli altri. Qui potrai fare tutte e due le cose .

  • Per conservare II cuscino in buono stato, la prima cosa è girarlo di tanto in tanto: se si usano sempre dallo stesso lato la tua testa lascerà il segno , quindi è buona norma girarlo. Oltre a questo puoi aggiustarlo con le mani muovendolo in modo che si riempiano quelle cavità che si formano con l’uso. 
  • Un’altra idea è quella di scambiare i cuscini soprattutto se ne hai alcuni che non usi da tempo, per esempio se hai una camera per gli ospiti o un letto extra, ti suggerisco di scambiare i cuscini di tanto in tanto; ugualmente se sul letto hai più di un cuscino per persona e alcuni si usano più degli altri, scambiali e usali tutti.
  • Così come per i materassi anche sui cuscini ci possono essere gli acari, per cui usa l’aspirapolvere per eliminarli o meglio usa protezioni apposta per questo.

Il sole è la cosa migliore per eliminare gli acari, per cui metti al sole i tuoi cuscini ogni tanto; puoi farlo nel giorno in cui cambi le lenzuola e lasciali al sole per alcune ore.

  • Rileggi l’etichetta per sapere come lavare i cuscini o meglio leggi i suggerimenti che da il fabbricante. Ti suggerisco di aspirare prima di lavarli, così toglierai la polvere e si laveranno meglio.

Quali sono i fattori che determinano la qualità di un cuscino?

  • Tipo di imbottitura: i cuscini possono essere riempiti con fibre sintetiche o fibre naturali come le piume di oca bianca o una combinazione di piume e penne. Quelli con l’imbottitura sintetica come il poliestere sono i più comuni. Sono i cuscini più economici e si lavano senza problemi.
  • Quantità di imbottitura: i cuscini variano a seconda della quantità di imbottitura che possiedono.
  • Tessuto della fodera: il tessuto della fodera del cuscino deve essere morbida e assorbente, è ottimo se è cotone al 100%

Imbottitura naturale o sintetica?

Le imbottiture naturali: sono morbide e flessibili e forniscono un supporto regolabile. Sono molto durature e mantengono la loro forma dopo molti anni di uso. È bene seguire le istruzioni del fabbricante in quanto alla pulizia, giacché non vanno lavate…

I cuscini con imbottitura sintetica sono duraturi e confortevoli, si possono mettere in lavatrice e hanno prezzi economici. Le fibre sintetiche possono essere morbide o secche. Le morbide offrono più elasticità e resistenza al lavaggio di quelle secche.

Quando si deve sostituire un cuscino?

Si devono sostituire i cuscini quando la tela della fodera comincia a mostrare segni di usura o il cuscino perde la sua forma e il sostegno. Se ci sono macchie, buchi, emette cattivo odore o sta perdendo la sua imbottitura, è tempo di cambiarlo. Un cuscino è utile solo quando sostiene il tuo collo e la tua colonna vertebrale appropriatamente. Usare un cuscino sbagliato non solo può portare insonnia, ma anche problemi al collo e alle spalle.

Se si lavano almeno due volte l’anno, dureranno di più.

Come ci si prende cura dei cuscini?

  • I cuscini di piume si lavano con il programma per la lana con detersivo e ammorbidente. Si asciuga in un programma medio con una pallina da tennis che serve a separare le piume durante l’asciugatura. Non conviene asciugarlo all’aria o al sole perché le piume si uniscono fra loro formando delle “palle”
  • Quelli sintetici si lavano con il programma per sintetici, acqua tiepida. Asciugatura al sole.

Per proteggere i cuscini conviene mettere una o due fodere di cotone che si laveranno con frequenza.

Recommended Posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.