Che cosa determina il prezzo e la qualità delle lenzuola?

  • Ad una maggiore quantità di fili, corrisponderà un lenzuolo più morbido e lussuoso. Le lenzuola con più di 200 fili per pollice quadrato si presentano forti, morbidi e brillanti tanto da sembrare simili alla seta. Sono estremamente morbidi e duraturi. Le lenzuola di percalle hanno un numero di fili superiore ai 180, quelle di mussola ne hanno fino a 160 e sono meno morbidi al tatto.
  • Il tipo di tessuto incide sulla qualità del lenzuolo. Ci sono tre tipi di tessuto: quello semplice, quello incrociato e il satin. Il satin presenta la maggior parte del filo esposto sulla superficie della stoffa, questo conferisce al lenzuolo un’apparenza brillante e satinata. Il contenuto delle fibre è importante.

Quali sono le differenze tra i diversi tipi di lenzuola?

  • Il cotone egiziano è unico nel suo genere, estratto da piante originarie ed esclusive della valle del Nilo. Le finissime fibre variano mantenendosi tra gli 11/8 e 11/2 di pollice. Questo le rende le più forti e brillanti del mondo.
  • Il cotone Supima è di una fibra molto larga, scientificamente sviluppato e prodotto per l’associazione Supima (Superior Pima) in America. Le fibre di 13/8 di pollice sono uniformi nella larghezza, facendole più forti e morbide delle altre varietà. Le lenzuola Supima sono molto morbide e setose.
  • Il cotone Pima è originario dell’Arizona, coltivato prima dagli Indiani Pima e adesso prodotto in Arizona, New Mexico, Texas e California.
  • Le stoffe sintetiche come il poliestere sono molto comuni per le lenzuola. Questo materiale non è naturale, ma prodotto artificialmente. Non si aggrinzisce molto, ma non è morbido nè durevole, ed è più caldo del cotone.
  • Fibre combinate. La più comune è il misto cotone (cotone e poliestere). La fibra naturale e quella sintetica si combinano per renderne più facile la cura. Questo tipo di lenzuola sono più calde di quelle di cotone perchè sono meno “traspiranti”.

Di che colore le compro?

  • Il colore bianco aiuta ad eliminare gli acari visto che è possibile lavarlo in acqua calda e lasciarlo al sole senza il rischio che cambi colore. Sui colori pastelli o beige si notano facilmente macchie chiare o del sole, mentre i colori scuri non possono lavarsi in acqua calda o stendere al sole giacché perderebbero facilmente il colore, mostrandone così l’uso.
  • Se si vuole utilizzare lenzuola bianche e dare un tocco di colore, si possono utilizzare come decorazione: cuscini e federe di colori diversi, copriletti, sovracoperte leggere, ecc.

Consiglio del blog:

  • Le lenzuola colorate si possono lavare a 30° o 40°, quelle bianche fino a 60°. In entrambi i casi occorre smacchiarle prima di lavarle.
Recommended Posts

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.